pulizia ambulatorio veterinario

Pulizia di un ambulatorio veterinario: perché non va trascurata?

La pulizia di un ambulatorio veterinario è un’attività molto importante per una serie di motivi legati alla salute degli animali, ma anche del personale che lavora in questi ambienti. 

Un ambulatorio veterinario, infatti, è un luogo dove si presta assistenza a grandi e piccoli animali. Sincerarsi dell’igiene di questi ambienti è essenziale, per preservare personale e pazienti a quattro zampe dai rischi biologici, ovvero tutti quei potenziali vettori di contagio. 

Pulire e sanificare gli studi veterinari è un’attività quotidiana, da effettuare con meticolosità e utilizzando prodotti specifici e conformi. Per un corretto contenimento del rischio biologico, infatti, è fondamentale provvedere alla routine igienica di tutte le aree della struttura di assistenza. 

In questo articolo ci occuperemo di pulizia e igienizzazione delle strutture veterinarie e di come provvedere alla detersione efficace degli ambienti veterinari. Continua a leggere.

Come funziona un ambulatorio veterinario?

Per ambulatorio veterinario si intende una struttura in cui vengono fornite prestazioni mediche di routine e interventi chirurgici per cui non è richiesto un ricovero superiore ad un giorno (ad es. analisi, radiografie ed ecografie, castrazioni, sterilizzazioni, applicazione microcip ecc..).

Come ogni altra struttura ad uso veterinario, è prioritario garantire elevati standard di pulizia e igiene. La pulizia delle strutture veterinarie oltre a essere fondamentale è anche obbligatoria, poiché garantisce la salubrità necessaria agli operatori che lavorano in questi ambienti e agli animali visitati o in degenza. 

All’interno degli ambulatori, infatti, il datore di lavoro ha il dovere di garantire il massimo livello di biosicurezza, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS-WHO) definisce come: “L’implementazione di misure atte a ridurre il rischio di introduzione (bioesclusione) e diffusione degli agenti patogeni (biocontenimento)”.

Perché è importante la pulizia di un ambulatorio veterinario?

La pulizia quotidiana, accompagnata a una sanificazione periodica, costituisce indubbiamente un comportamento essenziale da non trascurare se si vuole garantire in primis la sicurezza e la tutela della salute di personale, operatori e animali, ma anche:

  1. L’eliminazione di virus, batteri e patogeni;
  2. La distruzione dei cattivi odori;
  3. L’eliminazione di muffe, funghi e polveri;
  4. La rimozione dei residui volatili lasciati da prodotti chimici per la pulizia;
  5. L’allontanamento di insetti e parassiti infestanti.

Eliminando i residui di sporco, come liquidi organici, o altri eventuali vettori di malattie è possibile prevenire la diffusione di patologie pericolose anche per l’uomo. Sicuramente saprai, infatti, che esistono agenti patogeni in grado di fare il passaggio da animale a essere umano. Sono le malattie zoonotiche.

Un esempio di malattia zoonotica è la Giardia dei cani, un’infezione causata da un parassita cosmopolita che colpisce la mucosa intestinale. Il rischio di contagio è davvero alto, se non si provvede a una rapida disinfezione di tutte le superfici, comprese le attrezzature utilizzate.

Tuttavia, questo è soltanto uno dei rischi potenzialmente presenti in un ambulatorio veterinario. Nel prossimo paragrafo vediamo quali sono tutti i pericoli che una scarsa igiene comporta.

Image

Kit SANIBIOvet

Kit SANIBIOvet

39,00 iva incl.
39,00 iva incl.
Acquista il KIT

Scarsa igiene negli ambulatori veterinari: quali rischi si corrono?

L’igiene di un ambulatorio veterinario è la massima forma di tutela della salute di operatori, animali e padroni. 

Costanti ed efficaci procedure di pulizia e sanificazione degli ambienti, dei macchinari e della strumentazione presente all’interno di una struttura veterinaria, infatti, concorrono a contrastare i molteplici pericoli che insidiano questi ambienti.

I 3 rischi principali nel settore della medicina veterinaria sono:

  1. Chimico;
  2. Fisico;
  3. Biologico.

Partiamo da quest’ultimo. Si tratta di tutti quei rischi legati alla probabilità di venire a contatto virus, batteri, funghi e parassiti. Tutti questi patogeni possono presto diventare causa di infezioni pericolose tanto per gli animali a quattro zampe che per gli esseri umani.

I rischi chimici, invece, riguardano tutti quei residui volatili lasciati da prodotti detergenti e disinfettanti usati per la pulizia o per la cura degli stessi animali.

Mentre per pericoli di natura fisica si intendono molto più semplicemente quei danni causati da graffi e morsi di animale, ma anche dal taglio di strumentazioni infette e non adeguatamente sanificate.

Al fine di preservare la salute del personale e trasmettere una maggiore sicurezza all’interno degli ambienti di lavoro, è essenziale adottare tutte le strategie necessarie alla pulizia delle strutture veterinarie.

Come si provvede, però, alla pulizia per gli ambienti veterinari? Te ne parliamo nel prossimo paragrafo. Continua a leggere per scoprirlo.

Come va eseguita la pulizia di uno studio medico veterinario

Come abbiamo già detto, le attività volte a garantire l’igiene di un ambulatorio a uso veterinario sono importanti tanto per gli operatori che per gli stessi animali, che potrebbero essere già debilitati e, dunque, più a rischio di contrarre malattie.

La routine igienica di ambienti e attrezzature veterinarie prevede specifiche azioni volte a detergere in profondità tutte le superfici e gli oggetti. Queste misure rientrano in un protocollo di pulizia e disinfezione degli ambienti veterinari che prevede 4 fasi da seguire:

  1. Detersione: necessaria per eliminare lo sporco superficiale;
  2. Risciacquo: per rimuovere i residui del detergente che potrebbero inattivare il disinfettante da usare successivamente;
  3. Asciugatura: per evitare che il disinfettante venga accidentalmente diluito;
  4. Disinfezione, risciacquo, asciugatura.

La pulizia non deve trascurare nessun ambiente. Dalle sale di aspetto ai lettini di visita nulla va lasciato al caso. Ciò è particolarmente vero nel caso delle gabbie di degenza veterinaria.

All’interno dei box, infatti, cani o gatti trascorrono periodi anche prolungati, dove mangiano ed espellono i loro residui organici. Feci, peli, urina sono potenziali vettori di contagio. Ecco perché è buona norma pulire e sanificare in modo accurato ogni punto della gabbia di degenza, comprese ciotole per il cibo, lettiere e traversine.

La pulizia di questi ed altri spazi deve essere assicurata quotidianamente, al fine di eliminare residui organici e sporco, grazie all’utilizzo di prodotti igienici per cliniche veterinarie che siano anche atossici e non corrosivi.

Quali prodotti usare per la pulizia di un ambulatori veterinario?

Ad una accurata pulizia segue sempre una corretta sanificazione. Rimuovere lo sporco visibile, infatti, non distrugge gli agenti patogeni in modo radicale e definitivo.

In questa vitale operazione, l’utilizzo di sostanze disinfettanti e igienizzanti in grado di eliminare al 100% qualsiasi microrganismo riduce il rischio che anche la più piccola percentuale di patogeni si riproduca sviluppando immunità a quel determinato battericida. 

Ma la resistenza microbica, non è l’unico fattore da considerare per la scelta dei giusti disinfettanti e prodotti di pulizia di un ambulatorio veterinario. 

L’ideale sarebbe optare per prodotti detergenti che eliminano lo sporco superficiale e prodotti disinfettanti con una composizione atossica e biocompatibile. Due caratteristiche che difficilmente si trovano nei più comuni prodotti impiegati: alcol e candeggina.

Solo così avrai la sicurezza di applicare correttamente il protocollo di pulizia e disinfezione della tua struttura veterinaria, e allo stesso tempo tutelare la salubrità degli spazi e proteggere gli animali da accidentali inalazioni tossiche.

Continua a seguire il nostro blog per scoprire come rendere un ambiente veterinario più sicuro per persone e animali.

Image

Kit SANIBIOvet

SCONTO

39,00 iva incl.
Acquista il KIT
Image

SANIBIOvet 750 (+100ml omaggio)

25,90 iva incl.
Acquista 750ml
Image

SANIBIOvet 250 ml (+ 100ml omaggio)

22,90 iva incl.
Acquista 250ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.