la malassezia è un'infezione fungina che colpisce le orecchie del cane

Malassezia nel cane: come prevenire l’infezione all’orecchio

Tra i pericoli da cui tenere alla larga i nostri amici a quattro zampe, la Malassezia è il nemico più ostico per il cane.

Si tratta di un lievito lipofilo (o fungo) che vive naturalmente sulla cute e nelle mucose di un cane. Nei soggetti sani, il fungo convive pacificamente con il suo ospite, senza destare troppe preoccupazioni.

Tuttavia, una sua sovracrescita patogena può arrivare a causare diversi problemi nei nostri animali, come dermatiti, infiammazioni della pelle od otiti più o meno gravi.

Questo succede, ad esempio, quando la microflora di batteri epiteliali subisce un’alterazione, facendo venire meno i meccanismi naturali di difesa della pelle, oppure in condizioni particolari di umidità dell’orecchio.

Prurito e pelle arrossata sono tra i sintomi principali attraverso cui si manifesta la Malassezia. Se il tuo Fido si gratta in modo forsennato, mordicchiando le zone interessate dall’infezione fungina fino provocarsi tagli e lesioni, non è raro che intervengano anche infezioni batteriche secondarie.

Se temi che la Malassezia abbia colpito il tuo cucciolo, niente paura! In questo articolo vedremo come prevenire le complicazioni di questo disturbo e come il disinfettante SANIBIOvet può aiutarti a prenderti cura del tuo amico a quattro zampe. 

Ricorda sempre che solo se conosci il tuo nemico, la vittoria è sicura. Ecco perché, prima di spiegarti come intervenire efficacemente, cerchiamo di capire meglio cos’è la Malassezia nel cane. Continua a leggere.

Cos’è la Malassezia e come si manifesta nel cane

La Malassezia è un fungo che vive normalmente sulla superficie cutanea e nelle mucose degli animali. Esistono diverse specie di questo lievito, ma associato al cane troviamo quasi esclusivamente il ceppo chiamato Malassezia Pachydermatis.

Questo fungo prolifera soprattutto in quelle parti del corpo ricche di ghiandole sebacee e ceruminose, come l’orecchio del cane, ma anche il mento, la zona perianale e le zone attorno alla bocca e al naso. Sono punti umidi che favoriscono la proliferazione del fungo.

L’agente patogeno convive in equilibrio con il suo ospite. Ma, in alcune condizioni, questa situazione di stabilità viene alterata ed è in quel momento che il microrganismo comincia a proliferare in maniera incontrollata e far danni.

Malassezia nel cane: le cause

Nello specifico, possiamo annoverare tutte quelle situazioni che alterano l’ecosistema cutaneo e che costituiscono fattori predisponenti e scatenanti, come:

  • Allergie alimentari o Dermatite allergica da morso di pulci;
  • Patologie ormonali;
  • Malattie endocrine;
  • Problemi alle ghiandole sebacee o ceruminose;
  • Sistema immunitario debilitato;
  • Trattamenti antibiotici o con farmaci immunosoppressori e cortisonici.

Anche la genetica è un fattore predisponente. Ci sono, infatti, alcune razze canine più soggette a questo genere di malattia, come, ad esempio: Carlino, Barboncino, Basset hounds.

E, in generale, tutti quei cani che hanno tante pieghe cutanee e orecchie pendenti che possono diventare ricettacolo di malattie, se non vengono mantenute pulite e deterse. 

Come si manifesta la Malassezia?

La patologia derivante da questo fungo si manifesta in due forme:

  • Otite da Malassezia;
  • Dermatite da Malassezia.

L’otite è una malattia piuttosto comune nel cane e si concentra soprattutto nel padiglione auricolare e nel condotto uditivo. In queste zone la pelle diventa rossa, con scariche di cerume maleodoranti di colore marrone. 

Ti accorgerai subito che qualcosa non va, perché il povero Fido tenderà a grattarsi le orecchie in modo eccessivo, a scuotere continuamente la testa e a rifiutare il contatto con il padrone. 

Come ti abbiamo già spiegato in un precedente articolo sull’otite del cane e le infezioni batteriche, è importantissimo che tu faccia attenzione a questi segnali poiché, se non curati, potrebbero peggiorare.

La Malassezia non colpisce solo le orecchie del cane ma può manifestarsi anche in forma di dermatite, caratterizzata sempre da prurito, scaglie untuose e giallastre e cattivo odore sul tronco, sul collo, tra gli spazi interdigitali. Queste sono solo alcune regioni dove può svilupparsi la micosi, che può diventare anche piuttosto estesa.

In ogni caso, è fondamentale capire subito qual è la natura del problema e adottare tutte le cure necessarie per restituire al nostro amico a quattro zampe il benessere perduto.

Vuoi sapere come si cura questa infezione fungina? Nel prossimo paragrafo vediamo i rimedi più utilizzati e quanto è importante il ruolo della prevenzione per limitare gli effetti. 

Image

Kit SANIBIOvet

Kit SANIBIOvet

39,00 iva incl.
39,00 iva incl.
Acquista il KIT

Malassezia: come si cura?

A questo punto ti starai sicuramente chiedendo qual è la terapia più efficace e rapida per la Malassezia

Non vogliamo sostituirci a chi è esperto nel campo veterinario, ecco perché il nostro primo consiglio è sempre quello di portare il tuo cucciolo dal veterinario di fiducia, che saprà indicarti la cura più adatta a questo tipo di problema.

  • Nel caso, venga riscontrata una micosi da Malassezia alle orecchie del cane, la cura potrebbe basarsi su antinfiammatori e antimicotici da applicare sulle zone interessate; 
  • Invece, nelle forme cutanee, il fungo viene generalmente trattato con shampoo medicati.

Queste soluzioni sono efficaci non solo per trattare l’infezione fungina, ma anche per lenire il prurito e l’infiammazione generati da una crescita esponenziale del lievito. Tuttavia, non esiste vaccino o rimedio davvero efficace contro questo fungo.

L’unica vera cura per salvaguardare la salute del nostro Fido è fare prevenzione. Sai che ci sono delle strategie utili per prevenire la comparsa della Malassezia ed evitare che il cucciolo si gratti così tanto da infettare le ferite?

Continua a leggere per scoprire quanto è importante prevenire la malattia.

Come prevenire gli effetti del fungo Malassezia nel cane

Più della terapia antibiotica, la migliore cura per la Malassezia oppure per qualsiasi infezione fungina o batterica che sia, è sempre la prevenzione:

  1. Controllare e pulire regolarmente le orecchie del tuo cane;
  2. Ispezionare la zona interdigitale, attorno al naso e alle labbra, la coda e tutte quelle regioni ricche di ghiandole sebacee;
  3. Fare attenzione a eventuali arrossamenti o dermatiti;
  4. Curare la dieta del tuo cane, prediligendo un’alimentazione sana;
  5. Pulire sempre mucose, cute e manto di Fido con prodotti detergenti naturali e specifici per la cura degli animali;
  6. Disinfettare sempre tagli e lesioni con prodotti atossici e sicuri per il tuo amico a quattro zampe.

Si tratta di buone pratiche e attenzioni che devono rientrare nella routine quotidiana di benessere del tuo animale, per prevenire lo sviluppo di malattie.

A queste vanno aggiunte le fondamentali regole d’igiene che ci portano a disinfettare casa quando si ha un animale domestico. Detergere e sanificare, dunque, è una strategia vincente che ci permette di mantenere puliti gli spazi del cane e tenere a bada la proliferazione di virus, batteri e funghi.

Quali prodotti aiutano a prevenire la Malassezia nel cane?

Come puoi prenderti cura della salute del tuo cucciolo, prevenendo la proliferazione del fungo e scongiurando pericolose infezioni secondarie?

Grazie a SANIBIOvet, un prodotto disinfettante 100% naturale e con un’efficace azione fungicida, battericida e virucida.

La componente atossica del prodotto ti permette di spruzzarlo direttamente anche sulle parti più delicate, dove Fido si gratta con maggiore insistenza, senza irritare la pelle. 

Anzi, la sua straordinaria azione disinfettante a lunga durata ti aiuterà a circoscrivere in pochi secondi la proliferazione di funghi, batteri e virus sulle zone interessate.

Graffi e tagli sono l’ambiente perfetto per i batteri che infettano la pelle e che aggravano la condizione già critica causata della Malassezia che ha colpito il tuo cane.

Prenditi cura del tuo Fido, proteggendolo dalle infezioni e da ogni pericolo che minaccia la sua salute. Con i prodotti giusti puoi limitare i danni che germi, funghi e batteri causano al tuo Pet, restituendogli il benessere e la serenità che merita.

SANIBIOvet è in grado di debellare le infezioni in soli 30 secondi, grazie all’azione combinata di ioni d’argento e acido citrico che eliminano gli agenti patogeni in modo sicuro e definitivo.

Acquista SANIBIOvet sul nostro sito e proteggi te stesso, i tuoi animali e l’ambiente in cui vivi. Continua a leggerci per altri consigli sul mondo degli amici a quattro zampe.

Image

Kit SANIBIOvet

SCONTO

39,00 iva incl.
Acquista il KIT
Image

SANIBIOvet 750 (+100ml omaggio)

25,90 iva incl.
Acquista 750ml
Image

SANIBIOvet 250 ml (+ 100ml omaggio)

22,90 iva incl.
Acquista 250ml

Comments 9

      1. Ciao Teresa, grazie per la domanda!
        Il nostro consiglio è quello di utilizzarlo prima con il batuffolo, per una pulizia profonda, e successivamente direttamente nell’orecchio per disinfettare la zona e lasciare uno strato protettivo.
        Federica di SANIBIOvet

  1. Vorrei saperne un po’ di più su questo prodotto visto che la mia barboncina ne soffre..grazie

    1. Ciao Paola! Puoi trovare tutte le informazioni sul nostro sito, ma se hai domande specifiche o curiosità siamo qui per rispondere!
      Federica di SANIBIOvet

  2. Buongiorno, io credo che sia malassezia, ma il veterinario Dermatologo, dice che è dermatite genetica, e che si sviluppa intorno hai 3/4 anni.
    Le caratteristiche che ho letto sono identiche alle problematiche dei miei Chiuhahua, attualmente viaggiamo a Apoquel da 2 anni ormai, è provato di tutto ma solo con Apoquel riesco a gestirli.
    Purtroppo il mio veterinario continua a dirmi che non si può andare avanti con quel medicinale, io non so più cosa fare.
    Voi pensate che se uso i vostri prodotti potrei allentare l’Apoquel??

    1. Buongiorno Giancarla! Noi consigliamo sempre di seguire i suggerimenti del veterinario. Però un tentativo con SANIBIOvet potrebbe comunque farlo, considerando che è un prodotto completamente atossico che non ha controindicazioni e che ha permesso a molti di risolvere i problemi dei loro amici a quattro zampe.
      Facci sapere poi come ti trovi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.