lavare la cuccia del cane è importante per proteggerlo da germi, virus e batteri

Perché bisogna lavare la cuccia del cane

Che si trovi in giardino, sul terrazzo o dentro casa, poco importa. Lavare la cuccia del cane è molto importante per garantire salute e benessere al nostro cucciolo.

Aver cura dello spazio dove il nostro cane dorme e riposa è essenziale per l’igiene, non solo dell’animale stesso, ma anche della propria casa. La cuccia è il luogo dove Fido trascorre più a lungo le sue giornate. 

Se non è accuratamente deterso e sanificato, il suo giaciglio può diventare presto ricettacolo di sporcizia, germi e batteri: un potenziale pericolo per la salute del tuo pelosetto, ma anche per te e la tua famiglia.

Ecco perché, la pulizia della cuccia non deve essere un’attività svolta nei ritagli di tempo, ma deve entrare nella routine della settimana, così da scongiurare al tuo amico a quattro zampe tutte le problematiche causate da un ambiente sporco e contaminato.

In un precedente articolo, ti abbiamo già mostrato quali sono le tecniche per disinfettare la cuccia del tuo cane, sia essa in legno, in PVC o in stoffa. 

Oggi, invece, vogliamo soffermarci su un aspetto altrettanto rilevante e, cioè, l’importanza di un’igiene corretta della cuccia di Fido. Continua a leggere!

Image

Kit SANIBIOvet

Kit SANIBIOvet

39,00 iva incl.
39,00 iva incl.
Acquista il KIT

L’importanza di lavare la cuccia del cane

La cuccia del tuo cane puzza o è invasa da peli e sporcizia? Se la risposta è sì, è tempo di correre ai ripari e anche in fretta. Ma perché è così importante pulire la cuccia del cane? Te lo diciamo subito: per garantire al tuo cucciolo e a te un ambiente salubre.

Il cane è un concentrato di gioia e di allegria, ma è anche un vettore di germi e batteri.

Immagina di uscire con il tuo cane per una passeggiata. 

La giornata è un po’ piovosa, ma questo non ti scoraggia dall’uscire a fare due passi con Fido, che è sempre pronto a correre, rotolare e saltare da una pozzanghera all’altra.

Ma così facendo entra in contatto con una moltitudine infinita di germi, virus, batteri e parassiti presenti nel terreno. Senza contare fango e sporcizia.

Prima che si fiondi nella cuccetta è importante fare un’accurata pulizia del cane al ritorno dalla passeggiata, così da evitare che tutto quello che ha raccolto fuori si depositi e proliferi nel suo giaciglio.

Questo è solo un esempio per farti capire quanto sia fondamentale aver cura di detergere e disinfettare l’ambiente dove passa più tempo il tuo amico a quattro zampe.

Lavare la cuccia del cane: consigli pratici

Che la sua cuccia sia in legno, in plastica, in vimini o in stoffa, non ha importanza: tutte hanno bisogno della medesima attenzione all’igiene.

Gli accorgimenti essenziali da seguire sono sempre gli stessi:

  1. Usa sempre l’aspirapolvere per rimuovere peli e sporcizia;
  2. Non trascurare cuciture, pieghe e fessure;
  3. Controlla sempre che non ci siano pulci e zecche annidate tra trame o fibre della cuccetta;
  4. Elimina residui di cibo che possono attirare formiche o sviluppare muffe;
  5. Pulisci bene sia la struttura esterna che i cuscini e le coperte interne;
  6. Utilizza preferibilmente prodotti naturali, atossici e non irritanti;
  7. Fai asciugare bene la cuccia al sole, così da evitare la muffa.

Quando lavare la cuccia del cane?

La cuccetta andrebbe pulita almeno una volta alla settimana, al massimo ogni 10 giorni circa. L’importante è farlo con regolarità, per non lasciare che polvere, acari e parassiti colonizzino il giaciglio del tuo pet.

Prodotti e tecniche da usare, ovviamente, variano in base alla tipologia della cuccia e al materiale con cui è realizzata.

È fondamentale, però, evitare la candeggina per disinfettare e pulire la cuccia del cane. Prodotti così aggressivi, infatti, possono nuocere alla salute di Fido arrecandogli problemi respiratori e dermatiti fastidiose.

Ma, allora, come si fa a pulire la cuccia del cane in modo naturale e adeguato? Ne parliamo in modo approfondito nel prossimo paragrafo.

Come pulire e disinfettare la cuccia del cane in legno e in stoffa

Come si pulisce la cuccetta di Fido? Se hai un animale domestico, questa è una domanda che ti sarai posto almeno una volta da quando hai accolto a casa tua il tuo piccolo pet. 

Igienizzare la cuccia e neutralizzare i cattivi odori sono gli obiettivi principali da raggiungere, ma i metodi possono cambiare a seconda del materiale di cui la cuccetta è fatta.

Come lavare la cuccia di stoffa del cane?

Innanzitutto, il primo consiglio che possiamo darti è quello di provare a mantenere la cuccetta in tessuto pulita sempre, utilizzando ogni giorno l’aspirapolvere per eliminare peli, resti di cibo e polvere.

Per quanto riguarda la pulizia settimanale, la stoffa è un tessuto che possiamo lavare a mano, a secco oppure in lavatrice

Di solito la cuccetta realizzata con questo materiale viene lavata a mano, per evitare di contaminare la lavatrice e, quindi, anche la biancheria di tutta la famiglia. Lavare a mano la cuccetta in stoffa, poi, ci permette di ispezionare al meglio tutti gli anfratti e controllare piega dopo piega la presenza di parassiti e sporcizia di vario genere. 

Ecco i passaggi da seguire:

  • Prima di tutto, aspira lo sporco che ricopre il giaciglio di Fido, così da massimizzare la pulizia successiva;
  • Se la cuccia è interamente lavabile, immergila in acqua calda con sapone di Marsiglia e lasciala in ammollo per alcune ore;
  • Se, invece, ci sono parti che non possono entrare in contatto con l’acqua, cospargi la superficie di bicarbonato e lascialo agire prima di spazzolare la stoffa;
  • Spruzza le superfici con dell’aceto per rimuovere i cattivi odori;
  • Lascia asciugare perfettamente la cuccetta all’aria aperta.

Se decidi di impiegare la lavatrice, concluso il bucato della cuccia, fai un lavaggio a vuoto con la candeggina per disinfettare la macchina in vista del bucato della biancheria di famiglia.

Ed ora, passiamo alla cuccia esterna. Tendenzialmente queste cuccette vengono realizzate in plastica o in legno. Noi ci soffermeremo su questa seconda tipologia. 

Come pulire la cuccia in legno del cane?

Essendo più esposta agli agenti atmosferici e ai patogeni, la cuccia di legno va pulita accuratamente sia dentro che fuori.

Innanzitutto vanno rimossi giochi, ciotole ma anche cuscini, coperte e altre parti interne in tessuto e lavate come ti abbiamo spiegato in precedenza.

A questo punto, puoi passare alla pulizia vera e propria, cominciando dall’eliminazione di tutto lo sporco visibile della cuccetta: eventuali escrementi, terra, foglie, polvere e peli del cane.

Come togliere i peli del cane dalla cuccia?

Ancora una volta munendosi di un aspirapolvere, grazie al quale puoi arrivare anche nei punti più difficili dove si accumula tutta la sporcizia. Puoi anche utilizzare una scopa, ma l’aspirapolvere è ovviamente più efficace.

Dopo aver tolto i residui superficiali passa alla pulizia profonda:

  1. Strofina pavimento e pareti della cuccia con uno straccio imbevuto di acqua calda: per aumentare l’efficacia della detersione puoi aggiungere del bicarbonato o l’aceto all’acqua calda;
  2. Lava anche l’esterno della cuccia per rimuovere le macchie di sabbia trasportata dalla pioggia e di terra;
  3. Lascia asciugare la cuccetta al sole per evitare la comparsa di muffe.

Alcuni, per massimizzare l’operazione, utilizzano dell’acqua ad alta pressione, mediante l’idropulitrice, particolarmente efficace per detergere l’esterno di una cuccia se è molto sporca.

Al lavaggio della cuccia va poi accompagnata anche un’accurata disinfezione con prodotti atossici e naturali efficaci nell’eliminare germi, virus e batteri.

Vuoi sapere in che modo uno spray disinfettante naturale è il miglior rimedio per sanificare al meglio la cuccetta del tuo cane? Continua a leggere per saperne di più.

Image

Kit SANIBIOvet

SCONTO

39,00 iva incl.
Acquista il KIT
Image

SANIBIOvet 750 (+100ml omaggio)

25,90 iva incl.
Acquista 750ml
Image

SANIBIOvet 250 ml (+ 100ml omaggio)

22,90 iva incl.
Acquista 250ml

Spray disinfettante naturale per cucce dei cani: perché è una buona idea?

Lavare la cuccia è il primo step fondamentale. Il secondo però è disinfettare. È sempre una buona idea, in questo caso, optare per prodotti naturali e biocompatibili in formato spray.

Queste pratiche soluzioni sono ideali per proteggere il tuo amico a quattro zampe perché agiscono con una duplice funzione. Innanzitutto, questi prodotti naturali disinfettano le cucce dei pelosetti, ma contemporaneamente preservano la loro salute. 

Ciò è possibile grazie a formulazioni pet friendly caratterizzate da:

  • Composizione 100% naturale;
  • Assenza di composti chimici nocivi e irritanti;
  • Ingredienti atossici e delicati sulla cute dell’animale;
  • Lunga durata di protezione;
  • Efficacia su ogni tipo di superficie.

Queste soluzioni disinfettanti e igienizzanti sono studiate per non arrecare alcun danno ai cani. Ad esempio, l’uso della candeggina potrebbe provocare irritazioni da contatto nel tuo cane.

Usando un prodotto con una formulazione naturale al 100%, atossica ed efficace contro ogni tipologia di virus e batteri, avrai la certezza di rendere la cuccia del tuo cagnolino un luogo sicuro dove riposare.

In caso di lesioni, ferite aperte e zone infiammate, un prodotto disinfettante naturale funge anche da antibatterico e antisettico. Un alleato in più, quindi, per la salute del nostro grande amico a quattro zampe.

Proteggi il tuo piccolo amico dai pericoli che comporta una scarsa igiene della sua cuccia.

Continua a seguire i nostri consigli per scoprire i modi più sicuri per prenderti cura dei tuoi amici a 4 zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.