cani stressati

Gatti e cani stressati: come affrontare il rientro dalle vacanze?

Il rientro dalle vacanze è sempre un momento difficile e anche i gatti e i cani possono risultare stressati da questo cambiamento. 

I giorni di villeggiatura sono terminati: si torna a casa, magari dopo un lungo viaggio in auto o in treno e riprendere la routine può non essere semplice.

Se hai portato Fido e Micio in vacanza con te, sicuramente non avranno sofferto per la tua mancanza. Ma sarà comunque stato un piccolo trauma per loro abituarsi a un nuovo ambiente, spazi diversi in cui giocare, correre e fare il pisolino.

Se invece hai lasciato i tuoi pet alle cure di una persona di fiducia o di un hotel per gatti, il tuo rientro sarà un momento di felicità per loro, ma potrebbero esserci delle difficoltà anche in questo caso. 

Inoltre, durante i giorni di vacanza l’animale avrà trascorso molto tempo insieme a te o accanto alla persona che l’aveva in cura. Riprendere la solita routine significa anche rientrare al lavoro e organizzarsi con le commissioni quotidiane. Cane e gatto torneranno quindi a passare qualche ora in più da soli. Come la prenderanno? 

Se con la fine delle vacanze temi che Micio e Fido facciano gli “offesi” o manifestino qualche sintomo da ansia da separazione, non preoccuparti. Con i giusti stratagemmi è possibile ridurre al minimo lo stress da rientro nel cane e nel gatto e riprendere la routine con serenità. 

Scopri di più leggendo il resto dell’articolo.

Perché cani e gatti sono stressati al ritorno dalle vacanze?

Il rientro dalle ferie può causare varie forme di stress nei cani e nei gatti: ma perché questo accade? Quali sono i fattori che disturbano maggiormente la serenità dei nostri amici a quattro zampe? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Come abbiamo detto, cani e gatti sono animali estremamente abitudinari. Fido ama fare la passeggiata sempre alla stessa ora e per le stesse strade. Micio adora rilassarsi sul suo angolo preferito del divano e tenere sotto controllo la situazione.

L’arrivo delle tanto agognate vacanze può creare un certo scombussolamento per i nostri pelosetti. In particolare, ecco gli elementi che possono causare disagio e stress agli animali domestici:

  1. Cambio di ambiente e di clima;
  2. Nuova routine e orari diversi;
  3. Presenza di nuove persone;
  4. Trasporto (viaggiare con il gatto o il cane in auto, in treno, ecc.);
  5. Lontananza dal padrone.

Non è sempre detto che tutti questi fattori coesistano. Se hai lasciato il tuo gatto a casa per qualche giorno, affidandolo alle cure di un cat sitter o di un vicino, l’animale sicuramente non ha sofferto il viaggio o il cambio di ambiente ma avrà avvertito la mancanza del padrone.

Al contrario, se hai portato con te il tuo cane o il micio, sarà stato molto felice di seguirti ma il nuovo ambiente e una routine diversa l’avranno un po’ spaesato. In ogni caso, se gestiti bene, i giorni di vacanza in sé non rappresentano un problema. 

Tuttavia le stesse attenzioni devono essere garantite anche al rientro. Tornati a casa, è importante ritagliarsi un paio di giorni per assicurarsi che cane e gatto stiano bene e siano pronti per affrontare nuovamente la quotidianità a pieno ritmo! 

Ma come identificare i segnali di disagio da rientro nel cane e nel gatto? Ne parliamo nel prossimo paragrafo: continua a leggere.

Gatto e Cane stressato: sintomi da non sottovalutare

Di nuovo tutti insieme a casa. I primi momenti sembra andare tutto bene, Micio e Fido sono felici di rivederti o semplicemente di essere ritornati nel loro ambiente domestico, ma le ore o addirittura i giorni successivi potrebbero non essere così semplici.

Il cane sembra non riuscire ad adattarsi agli orari di gioco e di uscita che aveva prima delle vacanze, piagnucola quando esci per una commissione, perché vorrebbe trascorrere più tempo con te ed è nervoso.

Micio non sembra volersi abbandonare alle coccole e alle fusa e ha il tipico atteggiamento da gatto “offeso”. È scostante, rifugge le carezze, va a nascondersi da qualche parte e non partecipa alla vita famigliare. 

Che cosa sta succedendo? Nulla di irreparabile. Anche i gatti e i cani possono essere semplicemente stressati per aver cambiato nuovamente abitudini e non sono pronti a ricominciare la vita di tutti i giorni. 

I sintomi che rappresentano un campanello d’allarme sono:

  • Tristezza;
  • Nervosismo;
  • Fare i bisogni in casa;
  • Inappetenza;
  • Apatia.

Se una volta tornati in città Micio e Fido presentano uno di questi disturbi, non andare in paranoia. Basta prendersi un po’ di tempo per agire nel modo giusto e far tornare la serenità. Scopriamo come nel paragrafo successivo. 

Stress post vacanze: come aiutare cane e gatto

Cani e gatti non apprezzano i cambiamenti e, seppur entrambi esprimono il disagio in modo analogo, è bene differenziare i comportamenti che un cane e un gatto possono avere quando si riprende la solita vecchia e cara routine quotidiana.

Lo stress nel cane tende a manifestarsi soprattutto sotto forma di ansia da separazione: piange, gratta la porta e fa “dispetti” quando il padrone è fuori casa. Come far capire a un cane stressato che è tempo di tornare al lavoro? Come aiutarlo a stare tranquillo? Ecco i nostri rimedi:

  1. Evita i rientri dell’ultimo minuto: torna a casa qualche giorno prima di ricominciare a lavorare per aiutare il cane a riabituarsi alla tua assenza gradualmente;
  2. Acquista qualche giocattolo interattivo, per tenere occupato l’animale quando non ci sei: questi giochi sono ottimi per i cani stressati:
  3. Cerca di non associare il rumore delle chiavi alla tua uscita, in modo che il cane non inizi ad abbaiare e piangere appena sente che le afferri.

Per quanto riguarda Micio, invece, se ha il classico comportamento distaccato e rifugge qualsiasi attenzione, o addirittura è diventato un po’ inappetente, solitamente la miglior soluzione è armarsi di tanta pazienza e rispettare i suoi spazi.

I gatti sono animali più schivi e riservati per natura e non è raro che esprimono il disagio in questo modo. Per invogliarlo ad avvicinarsi è possibile conquistarlo con qualche snack, ma anche qui è sempre necessario rispettare i tempi dell’animale. 

In commercio trovi poi dei diffusori di ferormoni che possono aiutare a calmare cani e gatti in situazioni particolarmente stressanti. Puoi valutare di fare questo acquisto già prima di partire, in modo da essere preparato al rientro.

Se dopo qualche settimana dalla fine della vacanza i sintomi non regrediscono, potrebbe essere utile contattare uno specialista, per escludere cause organiche al problema o un veterinario comportamentalista.

Riprendere la routine quotidiana è un dramma un po’ per tutti: anche per i nostri pelosetti! Ma, come hai visto, basta qualche accorgimento per calmare i gatti e i cani stressati a causa del rientro a casa. 

Continua a seguirci per conoscere molti altri consigli sulla cura e il benessere dei tuoi amici a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.