i forasacchi sono il pericolo numero uno per i cani in estate

Forasacchi e cani: cosa sono e perché sono pericolosi

I forasacchi sono nemici giurati dei cani. Una serena passeggiata al parco può trasformarsi in una visita d’urgenza dal veterinario per colpa di queste fastidiose spighette.

Un forasacco nel naso o nell’orecchio del cane non è assolutamente da prendere alla leggera. Allo stesso modo se entra nella zampetta. Ecco perché ti ripetiamo sempre quanto è importante aver cura delle zampe.

Dalle infezioni fino alla perforazione del polmone, queste insidiose spighe sono un serio pericolo per la salute e a volte anche per la vita del cane.

Scopriamo insieme come riconoscere i sintomi e cosa fare nel caso il cane venga a contatto con questa infiorescenza così dannosa.

Forasacchi, un pericolo insidioso per i cani

Il forasacco è una delle peggiori minacce per la salute del cane in estate, ma di cosa di tratta?

Sono le spighette prodotte da alcune piante della famiglia delle graminacee, molto comuni in tutti i parchi e nelle campagne come anche nelle strade cittadine.

Inizialmente sono di colore verde e non costituiscono un particolare rischio per il tuo pelosetto. Con l’avanzare della primavera e l’arrivo dell’estate, si seccano ed è in questo momento che diventano pericolosi.

La loro caratteristica forma a lancia e il rivestimento di minuscole spine, invisibili all’occhio, sono utili alla pianta a penetrare nel terreno e a non riemergere così da far germogliare i semi.

Il problema nasce quando la spiga di forasacco penetra la cute o le mucose di un animale. La particolare conformazione dei forasacchi fa sì che questi avanzino sempre nella direzione in cui sono entrati, senza mai tornare indietro.

Questo significa che nella migliore delle ipotesi il forasacco può dare infezione, nella peggiore può raggiungere organi vitali come i polmoni.

Il contatto tra un forasacco e un cane è un’emergenza veterinaria, ma come accorgersi dell’accaduto? Continua a leggere per scoprire come riconoscere i sintomi e salvare la vita al tuo cucciolo.

Image

Kit SANIBIOvet

Kit SANIBIOvet

39,00 iva incl.
39,00 iva incl.
Acquista il KIT

I forasacchi e i cani: come riconoscere i sintomi?

I sintomi dei forasacchi nei cani dipendono dalla parte del corpo con cui si è verificato il contatto e la conseguente penetrazione.

Le principali localizzazioni sono:

  • Naso: il tuo cane comincia a starnutire in modo violento, a sbattere la testa a terra e perde sangue dalla narice coinvolta;
  • Orecchio: il cane tiene la testa inclinata e la scuote ripetutamente;
  • Zampa: si crea una pustola nella zampa e l’animale si lecca con frequenza;
  • Occhio: lacrima ininterrottamente;
  • Bocca: tosse violenta se arriva nella trachea, spesso accompagnata da sanguinamento.

Con minore frequenza sono colpiti anche i genitali e la cute, soprattutto dei cani a pelo lungo e poco spazzolati. 

Come puoi intuire, anche le complicazioni sono strettamente legate alla zona coinvolta. La più comune è la fistola, una fuoriuscita di pus, che si ha quando il forasacco è nella zampa del cane o nel sottocute.

In un occhio invece può causare serie congiuntiviti fino ad arrivare alla perforazione oculare. Il più pericoloso, però, resta il forasacco ingerito dal cane

Come già accennato, la malefica spighetta può penetrare nella trachea e nei bronchi e se non estratta in poche ore può infettare o perforare i polmoni. In questo modo, il forasacco potrebbe anche provocare la morte del cane.

Evitare esiti negativi e a volte infausti per il tuo cane è possibile purché si intervenga tempestivamente e nel modo corretto. Continua a leggere per sapere cosa fare se il tuo cane viene a contatto con un forasacco.

Forasacco nella zampa del cane: come eliminarlo in sicurezza

Inutile girarci troppo intorno: solo il veterinario può togliere un forasacco nella zampa di un cane una volta che è penetrato all’interno. Ed è anche necessario andarci di corsa.

La spiga entra soprattutto negli spazi interdigitali, dove lascia un forellino che in molti casi si ulcera. Poi inizia a camminare sottocute lasciandosi alle spalle un tragitto tumefatto e a volte una fistola.

Il medico individuerà prima la posizione del corpo estraneo con un’ecografia e poi interverrà con lo strumento più adatto tra bisturi e pinza di Hartmann.

L’unico caso in cui il proprietario potrebbe intervenire è quando il forasacco si trova nella zampa del cane ma ancora a un livello solo esterno, coi “baffi” della spiga che spuntano dalle dita dell’animale.

Con una pinzetta, tanta delicatezza e ancora più pazienza puoi estrarre la spighetta facendo attenzione che non si rompa. Finita l’operazione è fondamentale disinfettare con cura la zona.

Se hai dubbi, una visita dal veterinario è comunque un’ottima opzione per dormire sonni sereni.

Ma come è possibile evitare questo pericolo così diffuso in città come in campagna? Continua a leggere l’articolo per scoprirlo.

Image

Kit SANIBIOvet

SCONTO

39,00 iva incl.
Acquista il KIT
Image

SANIBIOvet 750 (+100ml omaggio)

25,90 iva incl.
Acquista 750ml
Image

SANIBIOvet 250 ml (+ 100ml omaggio)

22,90 iva incl.
Acquista 250ml

Pericolo spighe: come proteggere il tuo cane

La protezione ideale dai forasacchi per i nostri cani sarebbe quella di non uscire nel periodo tra fine maggio e settembre. Ovviamente questo è impossibile. Privare il nostro cucciolo della sua passeggiata quotidiana avrebbe un costo altissimo per la sua salute fisica e mentale.

Questi 6 suggerimenti, però, ti aiuteranno a proteggere il tuo amico a quattrozampe senza rinunciare alle sue amate uscite: 

  1. Evita l’erba alta durante le passeggiate;
  2. Tienilo al guinzaglio se ti accorgi che ci sono molte spighette intorno a voi;
  3. Tosa il cane, soprattutto se a pelo lungo;
  4. Spazzola il suo pelo;
  5. Fai un’accurata ispezione e pulizia al ritorno da ogni passeggiata;
  6. Disinfetta subito se trovi una ferita e controlla la sua evoluzione.

Così facendo anche in caso di brutti incontri con le spighette, quantomeno te ne accorgerai immediatamente e potrai correre dal veterinario.

Continua a leggere i nostri articoli per nuovi consigli sul benessere e la salute del tuo animale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.