razze di cani che soffrono il caldo

Razze di cani che soffrono il caldo: quali sono e come comportarsi

L’estate è alle porte e le temperature si alzano: inizia un periodo piuttosto problematico per i nostri amici a quattro zampe, soprattutto per quelle razze di cani che soffrono parecchio il caldo.

Con l’arrivo del clima torrido, Fido perde il pelo invernale e mette in atto alcuni meccanismi fisiologici per combattere l’afa. Purtroppo possono non bastare per scongiurare il tanto temuto colpo di calore

Così, momenti piacevoli come una passeggiata o un riposino all’aperto possono trasformarsi in veri e propri pericoli per la salute del nostro amico a quattro zampe. Per fortuna, esistono alcuni semplici accorgimenti che puoi adottare per aiutare il tuo cane a trascorrere più serenamente i mesi estivi

In questo articolo cerchiamo di capire cosa fare per salvaguardare il suo benessere nelle giornate afose. In particolare, risponderemo a queste domande:

  • Quali sono razze che soffrono di più il caldo?
  • Quando cominciano ad avvertire il caldo?
  • Come capire se un cane è accaldato?
  • Come aiutare un cane che sta soffrendo per il caldo?

Continua la lettura!

Quali sono le razze di cani che soffrono di più il caldo

A causa di condizioni fisiologiche particolari, alcune razze di cani soffrono il caldo più di altre. Tra queste ci sono innanzitutto le razze brachicefale, che per via della morfologia del cranio hanno difficoltà a respirare correttamente.

Sono brachicefali i cani che comunemente definiamo “con il muso schiacciato”, perché il loro cranio si sviluppa in larghezza anziché in lunghezza. Le razze più note sono sicuramente:

  • Carlino;
  • Bulldog francese e inglese;
  • Chow-Chow;
  • Pechinese;
  • Shih-Tzu;
  • Boxer;
  • Shar-pei;
  • Cavalier King Spaniel.

I cani non hanno ghiandole sudoripare (se non qualcuna sui polpastrelli) e per evitare che la temperatura corporea si alzi eccessivamente aumentano la frequenza del respiro, ansimando. 

Questo processo, che prende il nome di “polipnea termica”, è particolarmente difficoltoso per un cane brachicefalo, che dunque tenderà a soffrire maggiormente il caldo.

Ci sono poi altre razze di cani che, pur non avendo problemi legati alla morfologia dell’apparato respiratorio, sono particolarmente sensibili all’aumento delle temperature

Tra queste troviamo:

  1. Il Bovaro del Bernese, una razza originaria delle Alpi Svizzere, con un folto mantello e selezionata per fare da pastore ai pascoli a temperature anche molto rigide.
  2. Il Volpino di Pomerania, un cane dal pelo foltissimo originario del Nord Europa. Ha anche una pelle molto sensibile, con la tendenza a soffrire di dermatiti estive che richiedono adeguati rimedi

I cani a pelo lungo e folto quindi soffrono di più il caldo? Tendenzialmente sì, ma prima di toelettare il tuo cane e spuntargli il pelo in vista dell’estate, consultati con il veterinario e assicurati che questa mossa sia effettivamente utile all’animale.

Se possiedi un cane che appartiene a una razza molto sensibile al caldo, dovrai fare ancora più attenzione quando le temperature cominciano ad aumentare e l’afa si fa sentire. 

Ma quando un cane comincia effettivamente ad avere caldo? Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Leggi anche: “Cani brachicefali, bulldog e carlino: a cosa fare attenzione”

A quale temperatura il cane sente caldo?

Rispetto a noi umani, i cani hanno una temperatura corporea di base un po’ più alta, che oscilla tra i 38,2 e i 39,2° C. Per questo hanno anche una percezione del caldo diversa dalla nostra. 

In generale possiamo dire che quando il termometro segna dai 27° C in su, l’animale comincerà a sentirsi accaldato.

Anche l’umidità è un fattore che va tenuto in considerazione. Se il clima è caldo ma poco umido, è probabile che la tolleranza del cane aumenti di almeno un paio di gradi. Al contrario, se c’è parecchia umidità la temperatura percepita sarà ancora più elevata.

Se in casa hai un condizionatore, ad esempio, mantienilo impostato sui 25/26° C: in questo modo aiuterai il tuo amico a quattro zampe a rimanere al fresco e a non accaldarsi ma, allo stesso tempo, eviterai che sperimenti un eccessivo sbalzo termico eccessivo quando lo porti fuori per la passeggiata.

Continua la lettura per sapere come capire se il tuo cane sta patendo il caldo.

Il cane ha caldo? Ecco quali sono i sintomi

Un cane che sta soffrendo per il caldo lo si riconosce perché appare affaticato, mostra difficoltà a respirare ed è caldo al tatto. Questi sono i sintomi che per primi devono far scattare un campanello d’allarme al padrone.

Ce ne sono poi altri che non sono soltanto tipici del colpo di calore ma anche di altre patologie e sono:

  • Nausea e vomito;
  • Ipersalivazione;
  • Urine scure;
  • Diarrea;
  • Mucose arrossate;
  • Lentezza nei movimenti e stato confusionale;
  • Convulsioni.

Se in estate il tuo cane presenta anche solo uno di questi sintomi dopo essere stato in un ambiente privo di aria condizionata o all’aperto al sole, contatta tempestivamente il tuo veterinario e intanto cerca di far abbassare la temperatura dell’animale bagnandolo con acqua fresca.

Fortunatamente, il colpo di calore è semplice da diagnosticare per il medico, ma è importante intervenire in fretta perché il cane rischia di entrare in coma se la sua temperatura corporea supera i 40°C.

Come puoi aiutare il tuo amico a 4 zampe a difendersi dall’afa e a non rischiare il colpo di calore? Continua la lettura per scoprirlo.

Come aiutare i cani che soffrono il caldo?

Ci sono tanti piccoli gesti che possiamo fare per aiutare i nostri cani a trascorrere serenamente anche i giorni più afosi dell’anno, ed evitare che le alte temperature mettano a rischio la sua salute. 

Ecco i principali rimedi contro il caldo per i cani.

  1. Esci solo nelle ore meno calde del giorno: anticipa la passeggiata mattutina e ritarda quella serale. Se il cane ha urgenza a metà giornata, portalo in una zona ombreggiata;
  2. Tieni una ciotola di acqua fresca sempre a disposizione: cambia l’acqua della ciotola spesso e, prima di uscire assicurati di avere con te una bottiglia d’acqua in modo da poter far bere il cane anche all’aperto;
  3. Non lasciare il cane chiuso in auto: è superfluo menzionarlo, ma purtroppo le notizie di cani deceduti perché lasciati in auto al sole o dimenticati in balcone in estate sono sempre troppe per poter sorvolare. Portalo sempre con te e se non puoi, lascialo in casa con acqua e ventilatore acceso;
  4. Mantieni fresca la tua casa: se non hai un condizionatore, tieni le serrande abbassate e finestre aperte per far areare gli ambienti. In alternativa munisciti di un ventilatore e un deumidificatore per tenere fresca la casa e affrontare le giornate più calde;
  5. Acquista un tappetino e una bandana rinfrescante: I tappetini refrigeranti sono pratici e funzionali e per molti cani rappresentano una valida alternativa alla cuccia nei mesi estivi. Le bandane e gli accessori rinfrescanti possono essere invece indossati per rinfrescare i cani durante le passeggiate.

L’estate è un momento critico per i cani ma non farti scoraggiare: con le giuste accortezze, è possibile difendere i nostri amici a 4 zampe dal caldo.

Continua a seguirci per conoscere altre buone pratiche e consigli consigli per il benessere e la salute di Fido e Micio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.