gestione allevamento gatto

Allevamento domestico del gatto: come gestirlo correttamente

Allevare gatti domestici non è un’attività svolta soltanto da professionisti del settore. Negli ultimi tempi, sono sempre di più i privati cittadini che decidono di dedicarsi all’allevamento amatoriale del gatto.

Fare l’allevatore non è quasi mai un lavoro a tempo pieno, chi decide di dedicarsi a questa attività lo fa cercando di coniugarla con la propria vita familiare e professionale.

Spesso gli spazi dedicati all’accoppiamento, alla gravidanza e alla cura dei cuccioli si ricavano direttamente in casa o in locali attigui. Esiste una normativa specifica relativa ai requisiti igienici e di spazio degli allevamenti amatoriali e alle cure a cui devono essere sottoposti la fattrice e i piccoli.

Gestire correttamente le prime settimane di vita dei cuccioli, infatti, è fondamentale per garantire agli animali una vita serena e felice. 

Il futuro benessere dell’animale passa dalle attenzioni rivolte alla sua salute fin dai primi giorni di vita, ma anche l’igiene dell’ambiente in cui nasce e vive nei primi mesi è importantissimo per prevenire patologie e infezioni.

In questo contesto SANIBIOvet è l’alleato giusto per garantire ambienti disinfettati a prova di pet. Cerchiamo di scoprirne di più nel corso di questo articolo.

Allevamento del gatto in casa: cosa c’è bisogno

Come aprire un allevamento di gatti tra le mura domestiche? Quali sono i requisiti necessari? Innanzitutto, è quasi inutile ribadirlo, ma per diventare allevatore è necessario essere dei grandi amanti degli animali.

Questo perché per far accoppiare due gatti, seguire la gravidanza, il parto e i cuccioli fino allo svezzamento richiede un grosso investimento di denaro, tempo ed energie. Tutti gli sforzi dovranno essere rivolti a salvaguardare la salute degli animali e assicurare il loro benessere.

Il guadagno è sicuramente un fattore che va messo in coda e su cui non va fatto troppo affidamento. Soprattutto nei primi tempi o in caso di complicazioni durante la gravidanza, le spese sono parecchie e spesso neanche il ricavato della vendita dei cuccioli le copre interamente.

Fatte queste premesse, è necessario possedere almeno coppia di gatti di entrambi i sessi della razza che si intende allevare, che dovranno:

  1. Essere dotati di pedigree rilasciato dall’Anfi (Associazione Nazionale Felina Italiana);
  2. Avere il microchip;
  3. Essere in regola con tutte le vaccinazioni e i test di riferimento per la razza di appartenenza.

Per quanto riguarda le norme da rispettare, a differenza di quanto accade per l’allevamento dei cani non esiste una normativa specifica ASL per i gatti

Tuttavia, è importante che siano sufficientemente ampi, ma anche che i locali adibiti all’allevamento siano correttamente puliti e sanificati, per evitare il diffondersi di microrganismi, germi e batteri potenzialmente patogeni.

Continua la lettura per scoprire come allestire al meglio lo spazio del tuo allevamento domestico e garantire la salute e la sicurezza degli animali.

Come gestire i gatti negli allevamenti domestici

Un allevamento amatoriale di felini dovrebbe avere come obiettivo la selezione di nuovi esemplari in grado di onorare gli standard della razza ma sempre nel pieno rispetto della salute della fattrice e dei cuccioli.

Prima di imbarcarsi in questa nuova avventura, è quindi fondamentale ricordarsi che gli animali devono poter disporre di un ambiente adeguato, adatto alle loro esigenze. I luoghi adibiti ad allevamento dovranno essere:

  • Ampi e al riparo delle intemperie, calcolando un minimo di 6,5 metri quadrati a gatto;
  • Confortevoli e con una temperatura adatta in base al clima;
  • Arredati con tutti gli accessori necessari alla mamma e ai cuccioli (lettiere, ciotole, giochi, traversine);
  • Attrezzati di aree gioco per stimolare la struttura osseo-muscolare dei micini.

La gestione di un allevamento domestico è quindi piuttosto impegnativa non solo per le attenzioni di cui necessitano i gatti, ma anche per la cura che bisogna avere degli spazi.

Come qualsiasi struttura che ospita gli animali, negli allevamenti se non si rispettano le corrette norme igieniche si aumenta il rischio di diffusione di malattie infettive, pericolose per i gatti tanto quanto per noi persone.

In quest’ultimo caso si parla di zoonosi, ovvero di malattie che possono essere trasmesse dall’animale all’uomo e sono causate da parassiti, virus, funghi e batteri. Anche i proprietari di un allevamento domestico hanno dunque un’alta probabilità di essere esposti a rischi biologici.

È quindi fondamentale dedicarsi quotidianamente alla pulizia degli spazi dedicati all’allevamento dei gatti utilizzando prodotti disinfettanti veterinari come SANIBIOvet, in grado di eliminare tutti i microrganismi nel pieno rispetto della salute degli animali.

Per quali caratteristiche dovrebbe avere un detergente idoneo alla sanificazione del tuo allevamento, leggi il prossimo paragrafo.

SANIBIOvet: come può aiutarti a mantenere pulito il tuo allevamento di gatti

Come anticipato, la pulizia e la sanificazione degli ambienti è importantissima per la salute dei cuccioli. Anche la gravidanza e il parto sono momenti delicati della vita di una gatta se avvengono in un ambiente sporco possono essere causa di mortalità fetale.

Nelle prime settimane di vita, i cuccioli sporcheranno molto: è quindi indispensabile sostituire frequentemente le traversine e lavare spesso coperte, cuscini, ciotole o altre oggetti utilizzati dalla cucciolata.

Ma come scegliere il prodotto più adatto per pulire e disinfettare l’allevamento domestico di un gatto? Quando si parla di sanificazione di ambienti veterinari è bene ricordarsi che non è possibile utilizzare detersivi o disinfettanti che useremmo per pulire aree non destinate agli animali.

Questo aspetto va tenuto ancora di più in considerazione nel caso di una cucciolata, proprio perché prodotti usati comunemente per la pulizia, come l’alcol e la candeggina sono tossici, e potrebbero creare seri problemi alla salute dei piccoli.

Per garantire l’igiene all’interno degli ambienti in cui vivono mamma gatta e i micini, è necessario fare affidamento su un prodotto che sia:

  1. Naturale;
  2. Atossico;
  3. Biocompatibile;
  4. Battericida, virucida, fungicida;
  5. Efficace e con una lunga protezione.

SANIBIOvet è un prodotto disinfettante naturale con una formulazione specifica per gli animali, studiato per la pulizia delle superfici e degli ambienti che quotidianamente entrano in contatto con gli animali, proprio come accade in un allevamento domestico di un gatto.

È uno spray ed è quindi molto comodo perché può essere spruzzato, anche frequentemente, su tutte le superfici (pavimenti, ciotole, cucce, recinti, giochi ecc.). Non è nocivo se inalato e leccato dagli animali e la sua formula 100% naturale:

  • Non irrita la loro pelle né danneggia il pelo;
  • È in grado di uccidere in pochi secondi tutti i virus, funghi e batteri conosciuti;
  • Non rovina le superfici.

Acquista SANIBIOvet direttamente online sul nostro shop, scegliendo tra i vari kit a disposizione in base alle tue esigenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.