malattie che colpiscono il cane

5 malattie che colpiscono il cane

Quali sono le più comuni malattie che colpiscono un cane e come prevenirle per assicurargli una vita in salute?

Sicuramente saprai quanto è stimolante, ma allo stesso tempo impegnativo, prendersi costantemente cura del tuo pelosetto. Tuttavia, non è sempre facile garantirgli ogni giorno il benessere che merita.

Il cane, allo stesso modo dell’essere umano, è soggetto a una varietà infinita di patologie e disturbi più o meno gravi. Anche una semplice passeggiata all’aria aperta potrebbe costituire un potenziale rischio per la sua salute.

Basta una semplice ferita alla zampa, ad esempio, per scatenare un’infezione ben più grave. 

Non vogliamo spaventarti sia chiaro. Semplicemente vogliamo che tu sia a conoscenza delle più frequenti malattie dei cani.

È un tema ampio e a tratti complesso da affrontare, ma necessario per poter assicurare una vita felice e in salute al tuo amico a quattro zampe.

Rispettare le più comuni norme igieniche, mantenere sempre deterso e pulito l’ambiente in cui vive Fido può fare la differenza. Così come fare attenzione ad ogni possibile campanello di allarme.

In questo articolo, andremo ad approfondire quali sono le 5 patologie più comuni che possono colpire il tuo pelosetto. Ti spiegheremo nel dettaglio cause e sintomi dei disturbi che causano disagio al pet. 

Inoltre, ti illustreremo quanto è importante prenderti cura a 360° del tuo amico a quattro zampe. Perché un cane felice, si sa, è un cane in salute, pieno di vitalità ed energia, pronto a rivoluzionare con un terremoto di allegria la nostra routine quotidiana.

Quali sono le malattie del cane più frequenti

Sono tante le patologie e i disturbi che intaccano la salute e il benessere del nostro amico pelosetto. Infezioni, arrossamenti e pruriti possono interessare diverse parti del corpo del nostro Fido, provocandogli grosso fastidio e talvolta dolore.

Tra le malattie più frequenti nei cani ricordiamo quelle che colpiscono:

  • La pelle, come dermatiti causate da punture di zecche, allergie o infezioni batteriche;
  • La cavità orale, sfociando in alitosi e stomatiti;
  • Le orecchie, attaccate da funghi e batteri che possono causare otiti;
  • Le zampe, più a rischio tagli, ferite ed escoriazioni;
  • Il tratto gastrointestinale, più debole all’attacco di parassiti.

Prendersi cura del proprio pet significa anche saper riconoscere le patologie che affliggono sovente il cane e trovare soluzioni, oltre che accorgimenti utili per alleviare il suo disagio. 

Punture di insetti, agenti patogeni e sostanze chimiche pericolose possono alterare la barriera cutanea del nostro amico pelosetto aumentando il rischio di lesioni, arrossamenti e infezioni in zone molto delicate, come quella interdigitale delle zampette.

Orecchie e bocca possono favorire lo sviluppo di svariate problematiche. Il canale uditivo può essere ricettacolo di insetti, parassiti e corpi estranei. 

Allo stesso modo il cavo orale può essere esposto all’azione di diversi agenti patogeni, oltre a costituire canale privilegiato di ingresso di parassiti che possono colonizzare l’intestino e nuocere gravemente alla salute del cane.

Nei cuccioli, poi, è molto importante prestare attenzione alla salute dell’intestino, perché le sue difese sono ancora poco preparate per combattere le insidie di patologie parassitarie pericolose.

Per scongiurare le conseguenze di una malattia canina, la migliore arma consiste nella prevenzione. Norme igieniche, ispezioni e controlli dopo la passeggiata possono davvero fare la differenza per la salute del tuo amico a quattro zampe.

Ma vediamo ora quali sono le 5 patologie canine più comuni. Iniziamo dalla pelle.

Image

Kit SANIBIOvet

Kit SANIBIOvet

39,00 iva incl.
39,00 iva incl.
Acquista il KIT

1.Malattie della pelle del cane

Tra le patologie che affliggono il cane le più fastidiose sono senza alcun dubbio le malattie della pelle. 

Si tratta di malattie molto diffuse tra i nostri amici a quattro zampe, poiché tendono a entrare più facilmente in contatto con agenti patogeni e allergizzanti in grado di scatenare infiammazioni e infezioni della cute.

Il cane ama vivere all’aria aperta a stretto contatto con i suoi simili, rotolarsi nel fango o saltare da una pozzanghera all’altra. Questo però lo espone a diversi pericoli.

Alcune delle patologie della pelle del cane dipendono da fattori genetici o predisponenti, altre dall’alimentazione, altre ancora dall’aggressione di batteri. In ogni caso, è importante saperle riconoscere e intervenire rapidamente.

Tra le più frequenti ci sono:

  • Dermatite;
  • Seborrea;
  • Infezioni micotiche;
  • Rogna;
  • Tumore della pelle.

Senza voler sottostimare l’importanza delle altre, soffermiamoci sulla dermatite e come prevenirla. Si tratta di una delle malattie infiammatorie più frequenti nei cani e che il più delle volte trae origine da infezioni batteriche della pelle.

Basta un forasacco attaccato alla zampetta del cane o un taglietto ai polpastrelli per innescare una reazione a catena che porta allo sviluppo dell’infiammazione cutanea. 

Di fronte al fastidio, il cane reagisce leccando e grattando la zona dolorante. Questo non fa che irritare ulteriormente la cute, indebolendo la barriera naturale che la protegge dall’aggressione di germi e batteri.

La dermatite può essere causata anche dal morso di zecche e pulci, da stress, squilibri ormonali, da allergie alimentari o all’esposizione a sostanze irritanti. 

Ma come facciamo a renderci conto che il nostro cucciolo sta soffrendo per questo o altri disturbi della pelle? I sintomi spesso sono comuni:

  • Perdita di pelo;
  • Infiammazione della cute;
  • Arrossamenti;
  • Prurito più o meno intenso;
  • Ispessimento della pelle.

Tutti curabili in tempi rapidi, a patto di correre subito ai ripari, individuando la causa scatenante, adottando la terapia consigliata dal proprio veterinario di fiducia e utilizzando sul nostro cucciolo solo prodotti per l’igiene atossici e naturali.

Il tuo pet ha problemi di alitosi e altri disturbi del cavo orale? Continua a leggere per saperne di più.

2.Patologie canine del cavo orale 

Quante volte sei rimasto interdetto per via del cattivo odore che fuoriusciva dalla bocca del tuo amico a quattro zampe? Lo sgradevole olezzo può rendere complicata la convivenza e la condivisione dei momenti di gioco e di coccole.

Probabilmente la cosa non ti ha mai destabilizzato del tutto, poiché è comprensibile che un animale non possa provvedere da solo alla propria igiene dentale come facciamo noi esseri umani. Eppure, dovresti farci caso.

Infatti, se il tuo cane soffre di alitosi è possibile che il disturbo sia un campanello d’allarme per patologie e disturbi più preoccupanti, come:

  • Eccessivo tartaro sui denti;
  • Gengiviti;
  • Stomatiti;
  • Ascessi;
  • Diabete mellito;
  • Patologie renali;
  • Disturbi gastro-intestinali.

Un padrone attento sa benissimo che Fido è curioso e ha la tendenza a leccare e trangugiare qualsiasi cosa, sia in casa che fuori durante la passeggiata. Ciò naturalmente è un rischio per la salute della bocca e dell’intestino del pet.

L’alito cattivo, quindi può essere una spia importante, le cui cause sono da indagare. La scarsa igiene orale è l’ipotesi più accreditata, poiché l’accumulo di tartaro determina una 

 proliferazione di batteri nella bocca di Fido: i principali responsabili dei cattivi odori.

Una causa più preoccupante è, invece, la presenza di parassiti intestinali che si manifesta con un alito dallo sgradevole sentore agliaceo: un sintomo clinico assolutamente da non sottovalutare. 

Spazzolini dedicati, dentifrici e, in generale, una corretta pulizia dei denti sono particolarmente indicati per assicurare una bocca in piena salute e prevenire le malattie del cavo orale. Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella lotta alla prevenzione contro stomatiti, gengiviti e infestazioni parassitarie. 

Vuoi sapere a quali altri pericoli può incorrere il tuo amico a quattro zampe? Nel prossimo paragrafo ci occupiamo delle malattie che interessano le orecchie del cane. 

3.Malattie canine dell’orecchio

Se hai notato che il tuo Fido scuote continuamente il capo o si gratta eccessivamente la zona auricolare, è molto probabile che tu sia in presenza di una malattia delle orecchie.

L’otite è la patologia più comune nel cane. Si tratta di un’infezione batterica che colpisce l’orecchio esterno. Le cause sono molteplici e sono da rintracciarsi anche in fattori predisponenti.

È il caso delle razze canine con orecchie lunghe e pelose, come i cocker o il barbone, in cui la presenza eccessiva di peli ostruisce il passaggio di aria creando un ristagno di umidità e sporcizia, ideale per la proliferazione di batteri. 

O come il pastore tedesco più esposto alla produzione abbondante di cerume. Senza parlare della possibilità che le orecchie possano infiammarsi a causa di corpi estranei rimasti intrappolati nel cavo uditivo.

Ricapitolando, possiamo dunque affermare che all’origine dell’otite ci siano cause primarie, quali:

  1. Parassiti e acari;
  2. Accumulo di cerume;
  3. Allergie alimentari, ambientali o atopiche;
  4. Fattori predisponenti;
  5. Presenza di corpi estranei, come i forasacchi.

La proliferazione di batteri, lieviti e funghi (alcuni normalmente presenti nel canale uditivo come Malassezia e Stafilococco), invece, non sono mai causa primaria di otite o di altre malattie alle orecchie del cane, quanto piuttosto causa secondaria sottostante a un’altra problematica.

Sarà compito del tuo veterinario fare un attento esame dell’orecchio e indicarti la migliore terapia. Quello che puoi fare tu è prevenire l’insorgere del problema o il rischio di ricadute provvedendo all’igiene del cane. 

Ispezionare e pulire regolarmente le orecchie di Fido con prodotti disinfettanti formulati per gli animali è un’ottima abitudine che potrà aiutarti a prevenire i disturbi legati alle orecchie. 

Hai notato che il tuo cane zoppica e ha lesioni interdigitali? Nel prossimo paragrafo approfondiamo le patologie che colpiscono le zampe dei nostri amici a quattro zampe.

4. Cane e malattie delle zampe: la piodermite

Le zampe sono la parte del corpo di un cane più esposta al rischio di infezioni batteriche, ferite e screpolature. Ma, spesso, sono anche quella parte a cui si presta meno attenzione, nonostante entrino in contatto con diverse superfici sporche e contaminate. 

Ciò è dovuto probabilmente all’errata convinzione che i soli cuscinetti siano in grado di proteggere Fido da qualsiasi problema. Invece, dovremmo preoccuparcene tutte le volte che usciamo per fare una passeggiata.

Correre, saltare, rotolarsi nel fango e nella terra sono attività ludiche molto comuni, soprattutto per i cuccioli. Eppure, rischiano di diventare un problema serio se non provvediamo a un’igiene accurata del nostro pet.

Lesioni e ferite hanno un impatto molto negativo sul nostro pelosetto ed è compito di un buon padrone prevenire l’insorgenza di malattie e alleviare eventuali sintomi fastidiosi che si manifestano sulle sue zampette.

La pododermite o piodermite è una malattia dei cani molto frequente e che colpisce proprio le zampe.

Si tratta di un’infiammazione della pelle che può essere anche molto pericolosa se trascurata. Si manifesta con gonfiore, prurito, arrossamento, pustole e fistole, soprattutto nei casi più gravi. 

A scatenare questa infiammazione concorrono diverse cause:

  1. Infezioni batteriche;
  2. Irritazioni da morsi di zecche e pulci; 
  3. Lieviti, funghi, virus e corpi estranei;
  4. Allergie;
  5. Contaminanti ambientali.

Una volta determinata con certezza la causa sottostante, sarà più facile per il tuo veterinario consigliarti il trattamento più efficace.

Tra i possibili interventi, non devi dimenticare l’importanza della prevenzione e di uno stile di vita sano che comprenda una corretta alimentazione e la giusta dose di movimento. Non va trascurata neppure la cura della zampa e la sua pulizia soprattutto di ritorno da una passeggiata.

Se si tratta di un cucciolo, il ruolo della prevenzione contro le malattie che colpiscono il cane è ancora più importante. Scopriamo nel prossimo paragrafo quali sono i disturbi che interessano i più piccoli.

5.Malattie dei cani cuccioli

I cuccioli di cane sono più esposti degli adulti a malattie infettive e parassitarie, perché il loro sistema immunitario non è ancora allenato a rispondere efficacemente agli attacchi dei patogeni esterni.

Tra le patologie più infide che colpiscono i cuccioli c’è la giardiasi, una malattia parassitaria causata dalla Giardia, un protozoo che si insedia nell’intestino e si trasmette attraverso le feci.

La Giardia è una malattia molto contagiosa che, molto raramente, può essere trasmessa anche all’uomo, ecco perché questo parassita viene definito “cosmopolita”. 

La trasmissione avviene soprattutto per via oro-fecale, ovvero mediante l’ingestione di cibo, acqua, terra o feci contaminate. 

Un parco affollato, il giardino di casa, ma anche la cuccia possono essere fonte di contaminazione. Mettiamo poi che, i nostri amici a quattro zampe hanno l’abitudine di leccare ovunque e ingurgitare qualsiasi cosa capiti a tiro, ecco che il rischio aumenta.

Come puoi accorgerti che il tuo cucciolo ha contratto la giardiasi? Se noti questi sintomi preoccupati:

  • Diarrea con tracce di sangue;
  • Nausea;
  • Dolori e spasmi addominali;
  • Vomito;
  • Febbre;
  • Inappetenza;
  • Perdito di peso;
  • Spossatezza;
  • Odore di rancido.

Se non trattata, la malattia può portare il tuo cucciolo a una debilitazione cronica, ecco perché dovresti intervenire subito rivolgendoti a uno specialista. Il veterinario, grazie a una corretta diagnosi, saprà fornirti la terapia specifica per debellare l’infezione e tornare a giocare con il tuo Fido senza alcuna preoccupazione.

Continua a leggere per scoprire come proteggere il cane dalle malattie e vivere più felici e sereni.

Image

Kit SANIBIOvet

SCONTO

39,00 iva incl.
Acquista il KIT
Image

SANIBIOvet 750 (+100ml omaggio)

25,90 iva incl.
Acquista 750ml
Image

SANIBIOvet 250 ml (+ 100ml omaggio)

22,90 iva incl.
Acquista 250ml

3 segreti per proteggere il tuo cucciolo dalle malattie del cane in modo naturale

Le malattie che colpiscono Fido sono fonte di grande apprensione per chi ama il proprio animale in maniera smisurata. Vederlo soffrire causa un forte senso di inutilità e impotenza, perché non si sa cosa fare. 

Il segreto è muoversi in anticipo!

In che modo? Proteggendo il nostro cucciolo e prevenendo tutti possibili rischi per la sua salute. 

Ecco tre semplici azioni che puoi mettere in pratica ogni giorno per garantire al tuo amato pet una vita tranquilla e serena:

  1. Mantenere puliti e disinfettati pelo, fauci, orecchie e pelle del cane;
  2. Sanificare l’ambiente in cui vive Fido, soprattutto lavando e disinfettando la cuccetta;
  3. Ispezionare il pelo e le zampe del cucciolo per controllare che non ci siano corpi estranei.

Adottare delle basilari norme igieniche e abituare il nostro cane a tutti gli strumenti utili per la pulizia di zampe, cavo orale e pelo, è essenziale per prevenire l’insorgenza di malattie anche gravi. 

Prenditi cura del tuo amico a quattro zampe, preservando a lungo la sua salute.

Continua a seguire il nostro blog per conoscere tanti modi per prenderti cura del tuo amato amico peloso.

Comments 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.